Architetto in Cantina 2019

TORNA ARCHITETTO IN CANTINA: TOSCANA WINE ARCHITECTURE, IL VINO TRA FORMA E CONTENUTO

collage2
Sabato 16 novembre la rete organizza visite delle cantine di design, guidate da architetti
Focus su sostenibilità e architettura “verde”. Una giornata dedicata all’architettura, il 16 novembre 2019, organizzata da Toscana Wine Architecture la rete di cantine, primo esempio in Italia a valorizzare vino, design e turismo.

Torna “Architetto in cantina” il grande evento collettivo, diffuso sul territorio che ribadisce l’unione d’intenti e risorse all’insegna della grande qualità dei vini e dei luoghi in cui vengono prodotti. A condurre le visite guidate delle cantine di design, come nella precedente edizione, saranno infatti proprio gli architetti. Un percorso tra i luoghi di produzione, ma dedicato in maniera più mirata alla struttura e alle scelte architettoniche. Ogni cantina declinerà il percorso in maniera diversa e lo arricchirà secondo il proprio stile: lezioni di architettura, degustazioni “green”, mostre, spesso alla presenza degli stessi architetti autori dei progetti originali.

Quest’anno, più che mai, il tema della sosteniblità sarà protagonista e la presenza degli architetti metterà in luce quanto il “verde” in queste cantine, non abbia solo una funzione decorativa, ma un ruolo fondamentale e funzionale. La natura, sia essa luce, pianta o un’anima di roccia, diventa materia vera e propria della costruzione, non un semplice decoro, ma elemento sostanziale del progetto. Elementi comuni e costanti saranno la visita guidata a cura di un architetto, la presentazione della rete di
Toscana Wine Architecture e la degustazione dei vini.

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

Cover-jpg

L’evento, che ha il supporto della Fondazione Architetti Firenze, rappresenta una bella occasione per mostrare ai visitatori come la forma e il contenuto si fondano in un legame profondo. E’ importante capire come dietro ogni scelta non si celi soltanto un’attenzione estetica e il senso del bello, ma una scelta etica legata al rispetto dell’ambiente e dell’uomo che ci lavora. Il percorso che porta dal grappolo alla bottiglia è costellato di tanti piccoli passi, scelte che poi si ritrovano tutte nel bicchiere, perché il vino non è frutto solo della terra e della sapienza dell’uomo, ma anche della
cultura che lo ha prodotto. Per questo l’ambiente, inteso nel senso più ampio del termine, è così importante.

Ogni cantina rappresenta una diversa lettura del territorio perché racconta zone e storie differenti, interpretati da architetti che si sono ispirati alla cultura e alla storia dei luoghi, ma molti sono i tratti comuni che caratterizzano la rete. La vinificazione “per gravità” che consente di rispettare il vino e ottenere una qualità superiore, ridurre il consumo di energia e al contempo di facilitare il lavoro in cantina; l’uso sapiente della luce, con affacci capaci di illuminarne gli spazi interni, grazie a fonti luminose naturali che coniugano il risparmio con l’arte visiva. L’utilizzo dello spazio che combina l’esigenza funzionale, per la produzione e la conservazione del vino, alla capacità di creare scenari unici, dove la bellezza e l’emozione non vanno a scapito della sicurezza
e del lavoro. Il profondo rispetto per il territorio che vede l’utilizzo di materiali naturali, talvolta di recupero, basso impiego di energia, per produrre al meglio, salvaguardando l’ambiente. Sia che dialoghino con la natura, integrandosi perfettamente nel territorio, fino quasi a mimetizzarsi nel paesaggio, sia che si staglino nello skyline come punti di riferimento dell’orizzonte circostante, le cantine di Toscana Wine Architecture hanno la capacità di coniugare funzione e forma, saldando tra loro la dimensione etica e quella estetica, evidenziando l’eccezionale qualità sia del contenitore che del suo contenuto.

“Più che innamorarti di un luogo, lo fai tuo. Cominci a proiettarci un’idea. E allora il gioco è fatto”. Renzo Piano

Per ulteriori informazioni: http://www.winearchitecture.it

Grazie alla collaborazione con FAF, la partecipazione alla visita fornisce un credito formativo per l’aggiornamento professionale agli iscritti all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori. Sarà sufficiente un’autocertificazione, richiedendo alla cantina, in cui viene effettuata la visita, l’apposito coupon.

Toscana Wine Architecture è una rete, costituita nel 2017, che riunisce 14 cantine di design (Cantina Antinori nel Chianti Classico, Caiarossa, Cantina di Montalcino, Castello di Fonterutoli, Colle Massari, Fattoria delle Ripalte, Il Borro, Le Mortelle, Petra, Podere di Pomaio, Rocca di Frassinello, Salcheto, Tenuta Ammiraglia – Frescobaldi, Tenuta Argentiera) che hanno fatto singolarmente investimenti significativi e hanno deciso di puntare su una strategia comune, per accogliere turisti e visitatori da tutto il mondo.
Toscana Wine Architecture viene promosso da Regione Toscana in collaborazione con Vetrina Toscana, Federazione Strade del Vino, dell’Olio e dei sapori di Toscana in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana.

Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“IN WINE THE TRUTH”: CINEMA D’AUTORE, RACCONTI DI ARCHITETTURA E VINO

IN WINE THE TRUTH”: CINEMA D’AUTORE, RACCONTI DI ARCHITETTURA E VINO

Dal 25 luglio al 15 ottobre le cantine della rete di Toscana Wine Architecture saranno palcoscenici d’eccezione per la proiezione di film sull’architettura

2019_Locandina_In Wine the truth_A3_generale_01

Una cantina di design, un paesaggio da cartolina, un bicchiere di ottimo vino, cosa aggiungere per rendere perfetta una serata estiva? Un bel film d’autore, che magari leghi il contenuto al luogo che lo ospita.

Toscana Wine Architecture e ProViaggiArchitettura in collaborazione con Milano Design Film Festival presentano: “In wine the truth”, un cartellone di appuntamenti per unire tre passioni: vino, architettura e cinema. Un dialogo tra la prima e la settima arte, allietato dalla degustazione di vini di grande qualità, immersi in un contesto che non è neutro, ma contribuisce al significato del contenuto.

Ogni evento porta alla scoperta di una cantina, della sua storia e dei suoi prodotti e, per sottolinearne l’unicità, ad ognuna sono stati abbinati una parola e un film che corrispondono a un’attitudine, a uno stato d’animo. Complice il vino che come scriveva Orazio – In vino veritas – aiuta a mostrare e a renderci più autentici.

Architettura e cinema ruotano attorno al comune fondamento come arti dello spazio, e anche la luce giuoca un ruolo fondamentale, tanto che lo scrittore e drammaturgo Jean Cocteau scriveva: “Il cinema è la scrittura moderna il cui inchiostro è la luce.”

Questi stessi elementi si ritrovano nelle cantine di Toscana Wine Architecture: l’uso sapiente della luce, con affacci capaci di illuminarne gli spazi interni, grazie a fonti luminose naturali che coniugano il risparmio con l’arte visiva; lutilizzo dello spazio che combina l’esigenza funzionale, per la produzione e la conservazione del vino, alla capacità di creare scenari unici. Luce e spazio sono fattori sostanziali che contribuiscono alla qualità che si assapora nel bicchiere.

Calendario:

VISIONE | VISION
Bauhaus Spirit: 100 Years of Bauhaus
regia di Niels Bolbrinker e Thomas Tielsch
25 luglio 2019 | ore 18.00
Cantina Salcheto | Montepulciano (SI)

2019_Locandina_In Wine the truth_A3_singola_01

ANIMA | SOUL
Fallingwater. Frank Lloyd Wright Masterwork
regia di Kenneth Love
2 agosto 2019 | ore 19.00
Cantina Caiarossa | Riparbella (PI)

2019_Locandina_In Wine the truth_A3_singola_02

MEMORIA | MEMORY
Il potere dell’archivio. Renzo Piano Building Workshop
regia di Francesca Molteni
8 agosto 2019 | ore 19.00
Rocca di Frassinello | Gavorrano (GR)

2019_Locandina_In Wine the truth_A3_singola_03

ESTRO ARMONICO | FLASH
My Architect. Il viaggio di un figlio
regia di Nathaniel Kahn
22 agosto 2019 | ore 19.00
Cantina Petra | Suvereto (LI)

2019_Locandina_In Wine the truth_A3_singola_04

SANGUIGNO | PASSIONATE
Palladio
regia di Giacomo Gatti
29 agosto 2019 | ore 19.00
Cantina di Montalcino | Montalcino (SI)

2019_Locandina_In Wine the truth_A3_singola_05

PASSIONE | ARDOR
Tobia Scarpa. L’anima segreta delle cose
regia di Elia Romanelli
Volevo essere Walt Disney
regia di Francesca Molteni
6 settembre 2019 | ore 19.00
Tenuta delle Ripalte | Capoliveri – Isola d’Elba (LI)

2019_Locandina_In Wine the truth_A3_singola_06

BRIO | VERVE
Modern Tide: Midcentury Architecture on Long Island
regia di Jake Gorst
15 ottobre 2019 | ore 19.00
Cantina Colle Massari | Cinigiano (GR)

2019_Locandina_In Wine the truth_A3_singola_07

 

Le serate prevedono la visita guidata alla cantina, la degustazione di vini con assaggio di prodotti tipici e la visione di un film sull’architettura. La quota di partecipazione è di 35,00 € e per gli architetti sono previsti 2 crediti formativi professionali.

Per informazioni e prenotazioni: http://www.proviaggiarchitettura.com

Per ulteriori informazioni: www.winearchitecture.it

 

Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Pane, Vino e Olio – Sabato 20 Luglio

Alla Versiliana, sabato 20 luglio dalle ore 17 alle ore 24, le “Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori” descriveranno la Toscana dal suo inconfondibile paesaggio, dal verde dei suoi boschi, dall’azzurro del suo mare, dai dolci declivi che disegnano panorami unici, mediante la degustazione di prodotti che rappresentano una grande varietà di sapori e profumi del territorio toscano.

Strade_Tirreno_Versiliana_ESEC_200dpi_ISOnewspaper26v4

Quindici “Strade del Vino, dell’olio e dei Sapori” faranno conoscere e assaggiare vino, olio e gli altri prodotti di eccellenza dei territori che grazie alle tradizioni locali con sacrificio riescono ancora oggi a far sopravvivere negli angoli più remoti del territorio toscano.

I prodotti saranno offerti da 15 Strade, dalla Lunigiana passando per Marradi, Lucca, Valdinievole, Pisa, Montalbano, Carmignano, San Gimignano, Arezzo, Val D’Orcia, Val di Merse, Montepulciano, Costa degli Etrsuchi fino alla maremma con Monteregio.

In sintesi una vetrina imperdibile per tutti i wine lovers e turisti enogastronomici.

Saranno inoltre ospiti delle Strade anche Movimento Turismo del Vino, Città del Vino e l’Associazione Grani Antichi di Montespertoli.

Programma:

– Ore 17.00 – Apertura Versiliana e inizio degustazione

– ore 18.00 – Caffè della Versiliana: intervento di Gianni Bianchi, Sergio Casella e Daniele Fortini – Conduce il giornalista David De Filippi

– Ore 21.30 – Inizio Concerto. Per la serata andrà in scena Morgan: http://versilianafestival.it/evento/il-classico-morgan/

– Ore 24.00 – Fine Concerto

il-classico-morgan

Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Le Strade al Vinitaly!

Tutto pronto per il Vinitaly! Anche per questa edizione siamo pronti a deliziarvi con degustazioni e conferenze dedicate ai Wine Lovers italiani ed internazionali.

Schermata 2019-04-01 alle 12.14.21

Durante la più famosa kermesse enologica italiana, il Vinitaly di Verona, in collaborazione con Città del Vino all’interno del Padiglione 8 – Stand G7  saranno organizzate un ciclo di presentazioni che spazieranno fra novità, come il neo costituito Consorzio Vini Terre di Pisa, e conferme come i primi 50 anni della Doc Montecarlo per concludere nel segno di Leonardo da Vinci “Il vino è bono, ma l’acqua avanza”. Tante quindi le attività da non perdere durante la quattro giorni veronese (dal 7 al 10 aprile 2019). Vi aspettiamo!!!

Grazie a Regione Toscana e Federazione sarà possibile vedere il Carro Matto del Comune di Rufina esposto in fiera: Piazzale esterno Padiglione 9-11. Un fantastico esempio di tradizione contadina che emoziona da sempre grandi e piccoli.

Schermata 2019-04-01 alle 12.13.55

Programma:

Domenica 7 – ore 14.00-15.00: Federazione Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori di Toscana: Obiettivi e prospettive future del turismo del vino in Toscana.

Lunedì 8 – ore 14.00-15.00: La Strada del Vino e dell’Olio Montalbano – Le Colline di Leonardo presenta: “Il vino è bono, ma l’acqua avanza” – Percorsi storici e degustativi sulle Colline di Leonardo

Martedì 9 – La Strada del Vino e dell’Olio Lucca, Montecarlo e Versilia presenta:

ore 10.00-11.00 – Doc Colline Lucchesi: Turismo e comprensorio a denominazione

ore 16.00-17.00 – 50 anni della Doc Montecarlo, un anniversario da festeggiare!

Mercoledì 10 – ore 11.00-12.00: La Strada del Vino Colline Pisane presenta la nuova Mappa dei soci ed il neo costituito Consorzio Vini Terre di Pisa

Schermata 2019-04-01 alle 12.13.43

Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Toscana a Milano: Bit 2019

Come ogni anno saremo presenti a Milano per la Borsa Internazionale del Turismo…insomma la BIT!

Dal 10 al 12 Febbraio – FieraMilanoCity

bit2019

Ci trovate all’interno dello Stand Toscana – Padiglione 3 stand C81-C85-G72-G76

Ecco il Nostro Calendario Degustazioni!

PEGASOtris

Domenica 10 Febbraio:

Ore 11.00 – Prima degustazione degustazione Strada del Vino e dell’Olio Lucca, Montecarlo e Versilia.

Ore 12.00 – Leonardo in Toscana: Presentazione degli eventi organizzati in Toscana in occasione del Cinquecentenario dalla morte di Leonardo Da Vinci.

Ore 13.00 – Degustazione della Strada del Vino e dell’Olio Montalbano – Le Colline di Leonardo

Ore 14.30 – Toscana Passato Vivente: Presentazione del libro Toscana. Passato Vivente

Ore 15.30 – Degustazione della Strada del Vino e dell’Olio Lucca, Montecarlo e Versilia.

Ore 15.30 – Etruschi : antico popolo contemporaneo. Presentazione degli strumenti di promozione dedicati agli etruschi.

Ore 16.30 – Degustazione Strada del Vino Monteregio

Lunedì 11 Febbraio:

Ore 11.00 – Tuscany for Weddings: Il Centro Studi Turistici presenta studi di settore su aggiornamento dei dati relativi al segmento Wedding

Ore 12.00 – Degustazione Strada dei Sapori del Marrone del Mugello di Marradi

Ore 14.30 – Degustazione Strada del Vino Colline Pisane

Ore 15.00 – Ville e giardini medicei in Toscana: Presentazione del sito dedicato a Ville e giardini medicei in Toscana

Ore 16.00 – Degustazione Strada del Vino Chianti Montespertoli

Maretdì 12 Febbraio:

Ore 11.00 – Pistoia tra Blues e Medioevo: Presentazione degli eventi di Pistoia e del Festival dei luoghi medievali

Ore 13.00 – Degustazione Strada del Vino e dell’Olio Montalbano – Le Colline di Leonardo

Ore 14.30 – Degustazione Strada del Vino Terre di Arezzo

Ore 16.00 – Degustazione Strada del Vino Nobile di Montepulciano e Sapori della Valdichiana Senese

Vi Aspettiamo numerosi!

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Incontro Nazionale, Strade del Vino

Bellissimo incontro con le Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori Italiane!
Un passo avanti verso una nuova legge, di buon senso, sull’Enoturismo.

22384117_10154736878672041_5539599187280525515_oIl dibattito che si è aperto in questi mesi sullo stato dell’arte e sulle prospettive dell’Enoturismo non può prescindere dal coinvolgimento di attori fondamentali e radicati nel territorio come le Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori.

Siamo convinti che non abbia senso, ad appena un anno dalla faticosa approvazione del Testo Unico sul vino, ridare avvio ad una nuova produzione legislativa incoerente e frammentata.

Presto un nuovo incontro con tutte le Strade Italiane!

Pubblicato in Il Presidente | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

ENOTURISMO – Le Strade del Vino dicono sì a una nuova legge del settore, ma il percorso sia inclusivo.

ENOTURISMO – Le Strade del Vino dicono sì a una nuova legge del settore, ma il percorso sia inclusivo.

Federazione Strade del Vino di Toscana - logo

Si segua la strada del “Testo Unico sul Vino” per dare al comparto una legislazione coerente e al passo con i tempi ripartendo dalla L.268/99.

Il dibattito che si è aperto in questi mesi sullo stato dell’arte e sulle prospettive dell’Enoturismo e più in generale del turismo enogastronomico legato ai prodotti di eccellenza in Italia, non può prescindere dal coinvolgimento di attori fondamentali e radicati nel territorio come le Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori.

E’ indubitabile (come dimostrato anche dal XIII rapporto sul “Turismo del Vino” e da innumerevoli sudi e ricerche di settore) che il comparto del vino sia uno dei motori più importanti del segmento del turismo enogastronomico, che necessita di una strategia nazionale forte e di strumenti adeguati alle nuove sfide che attendono tutti gli attori in campo, dalle aziende agricole, ai Comuni alle Associazioni di promozione.

Lo sforzo compiuto a livello legislativo con l’approvazione del Testo Unico sul Vino rappresenta un passo in avanti importante, soprattutto nella parte in cui interviene per adeguare la disciplina delle attività enoturistiche svolte nelle aziende agricole vitivinicole (art. 87 T.U. che introduce i commi 3 bis, 3 ter e 3 quater alla L.268/99); Una legge quadro sull’enoturismo sarebbe auspicabile purché non si ricada nell’errore di riproporre normative frammentate o funzionali agli interessi di qualche soggetto, a discapito di altri. In questo senso evidenziamo che nella fase preparatoria delle due proposte di legge depositate alla Camera (n.4052 d’iniziativa dei Deputati Mongiello, Sani e altri) e al Senato (n.2616 d’iniziativa del Senatore Stefanò) le Strade del Vino e dell’Olio non siano state coinvolte, pur svolgendo in molte regioni servizi fondamentali nel comparto enoturistico.

Le Strade infatti si occupano di accoglienza (e in molti casi gestiscono direttamente uffici turistici) e di segnalazione nel territorio delle aziende associate e dei tematismi; propongono pacchetti e organizzano wine/oil tours; gestiscono eventi, partecipano a fiere di settore; implementano una importante attività di comunicazione e animazione sui social network non legata a singoli eventi ma in maniera continuativa, dando un contributo fondamentale alla “governance” dell’enoturismo.

In molte realtà territoriali il mondo delle Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori rappresenta la realtà più grande a livello enoturistico con centinaia di associati, ma soprattutto costituisce un “luogo virtuoso”, uno strumento reale di “rete operativa”, in cui si incontrano e si confrontano con le aziende agricole vitivinicole e olivicole, le istituzioni sensibili e le aziende del comparto produttivo e turistico, condividendo e spesso cofinanziando progetti di marketing territoriale e di accoglienza.

Per questo siamo convinti che non abbia senso, ad appena un anno dalla faticosa approvazione del Testo Unico sul vino, ridare avvio ad una nuova produzione legislativa incoerente e frammentata, ma che invece una riflessione seria dovrebbe partire da una rilettura virtuosa e inclusiva della legge apripista delle “turismo del vino” che è stata la L.268 del 1999, a quasi venti anni dalla sua approvazione, che risolva in maniera intelligente alcune lacune ancora presenti nel quadro normativo, che regolamenti in maniera puntuale aspetti fiscali e semplificazioni autorizzative, che rafforzi la “governance” del settore e che si ponga come obiettivo il superamento della discontinuità territoriale che spesso si riscontra nelle singole regioni.

Come strade intendiamo apportare il nostro contributo, ribadendo tuttavia alcuni concetti fondamentali:

1. Pensare che l’universo dell’enoturismo ruoti unicamente intorno alle cantine è una visione miope e poco lungimirante. Il turismo del vino cresce grazie all’intelligenza di un mondo variegato che ruota ovviamente intorno alle cantine, ma che non si esaurisce in esse.

2. Molti investimenti di questi ultimi anni sono stati possibili grazie a politiche pubbliche che hanno sostenuto l’iniziativa e lo sforzo del privato;

3. Il fattore competitivo del comparto sarà sempre di più rappresentato dal livello complessivo di offerta del territorio e che non si persegue un obiettivo di crescita smantellando le esperienze virtuose già presenti in molte aree del paese;

4. Oggi si possono affrontare le sfide del mercato non solo con professionalità e metodo ma con azioni e target condivisi tra più soggetti. Un percorso che le “Strade” hanno in questi anni faticosamente maturato, attraverso importanti esperienze professionali e umane e ad una conoscenza capillare del territorio, che oggi rappresenta un patrimonio immateriale preziosissimo.

Anche per questo è indispensabile rafforzare e rendere maggiormente operative tutte le realtà che offrono servizi di qualità per il turista. Il “prodotto turistico” non va slegato dai servizi per fruirlo. Questa è la vera sfida per il futuro, soprattutto pensando a quelle migliaia di aziende agricole del settore piccole e piccolissime che rendono unica e non standardizzabile l’esperienza turistica legata al prodotto enogastronomico e che mantengono vivo e attrattivo il tessuto sociale e produttivo. 

Le posizioni di forte rottura, espresse recentemente sulla stampa dal Presidente Nazionale del “Movimento Turismo del Vino” Carlo Pietrasanta, non danno certamente un contributo costruttivo alla crescita complessiva del comparto ma anzi, intaccano rapporti di collaborazione consolidati e virtuosi presenti in molte regioni, disconoscendo anche percorsi di crescita comune fatti in questi anni. E’ evidente che dietro una legittima attività di lobbying (peraltro su un tema condivisibile su cui si sarebbe potuta ricercare solidarietà e approccio comune) si nasconda invece un tentativo di delegittimare tante realtà presenti e operative in tutta Italia. Siamo i primi a riconoscere una situazione a macchia di leopardo nel panorama nazionale, ma ciò vale per tutti i settori e ovviamente anche per le Strade. Ci sono territori più dinamici, Comuni più sensibili, associazioni più attive, ma questo non significa che tutto quello che è stato fatto in questi anni vada disconosciuto e demolito. E’ indubitabile che il comparto abbia bisogno di stimoli nuovi, a partire da una incisiva strategia nazionale del settore nei mercati turistici stranieri e ad una aggregazione di una offerta turistica che tenga insieme (per distretti, per aree, per vocazioni) vino, olio, benessere, tempo recuperato, esperienze, genius loci.

Speriamo vivamente che questa riflessione sia di stimolo e di contributo costruttivo, ribadendo fin da ora la disponibilità a concretizzare luoghi di confronto per il bene di tutto il settore.

04 agosto 2017

Associazione Regionale Strade del Vino e Olio dell’Umbria – Presidente Paolo Morbidoni

Federazione Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori di Toscana – Presidente Mauro Marconcini

Strada del Vino e dei Sapori del Trentino – Presidente Francesco Antoniolli

Strada del Vino Valpolicella – Presidente Miriam Magnani

Strada del vino Soave – Presidente Paolo Menapace

Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene – Presidente Isidoro Rebuli

Strada del Vino Bardolino – Presidente Claudia Benazzoli

Strada del Barolo e grandi vini di Langa – Presidente Lorenzo Oliviero

Federazione Strade del Vino Lombardia – Presidente Gianni Boselli

Strada del Vino Lison Pramaggiore – Presidente Cristian Zulianello

Pubblicato in Il Presidente | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento